Bonus Mamma 2017: a chi è rivolto e come richiederlo

Da oggi puoi richiedere il premio alla nascita del valore di 800 euro.

Scopri chi può richiedere e come ottenere il bonus Mamma Domani 2017.

Bonus mamma domani 2017: cos’è e come funziona

Il governo dà la possibilità alle mamme o future mamme di ottenere un premio alla nascita del valore di 800 euro.

Il bonus è concesso dall’INPS in un’unica soluzione per ogni evento (gravidanza, parto, adozione o affidamento) e in relazione a ogni figlio nato, adottato o affidato.

Chi può richiedere il bonus

Il bonus mamma 2017 è riservato alle mamme/future mamme che dal 1° gennaio 2017 hanno:

  • compiuto il settimo mese di gravidanza;
  • partorito;
  • adottato un minore (ai sensi della legge 4 maggio 1983 n.184 – adozione nazionale o internazionale));
  • avuto un bimbo in affidamento preadottivo nazionale o internazionale (ai sensi dell’art.22 c.6, l. 184/1983o art.34, l. 184/1983).

Requisiti legali

  • residenza in Italia e/o cittadinanza italiana/comunitaria o in possesso dello status di rifugiato politico o protezione sussidiaria;
  • se cittadine non comunitarie è richiesto il possesso del permesso di soggiorno UE per lunghi periodo o di una carta di soggiorno per familiari di cittadini UE.

Come presentare la domanda

Puoi inoltrare la tua domanda in diversi modi:

  • servizio per i cittadini dal portale INPS, tramite PIN;
  • servizio per gli enti di patronato;
  • contact center al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o 06.164.164 (da rete mobile).

Quando presentare la domanda

La possibilità di richiedere il bonus mamma 2017 è attiva dal 4 maggio 2017, ma per puoi farne domanda dopo il compimento del 7° mese di gravidanza e comunque entro un anno dalla nascita, adozione o affidamento.

Per chi ha raggiunto il settimo mese/partorito/avuto in affidamento o in adozione un bambino dal 1° gennaio 2017 al 4 maggio 2017 il termine di un anno per la presentazione della domanda online decorre proprio dal 4 maggio.

Come verranno versati gli 800€ del bonus

  • bonifico domiciliato c/o ufficio postale;
  • accredito su conto corrente bancario;
  • accredito su conto corrente postale;
  • libretto postale;
  • carta prepagata con IBAN.

Per tutti i pagamenti, eccetto bonifico domiciliato presso ufficio postale, è richiesto il codice IBAN.

Per maggiori dettagli ti rimandiamo ai link ufficiali del sito INPS:

bonus mamma

DAI IL TUO VOTO: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 1,00 su 5)
Loading...

17 commenti

  1. Chi ha bambini in affido se non sbaglio percepiscono un assegno ogni anno. Ora dico, è giusto che percepiscano questo indennizzo, ma perché non aiutano anche le famiglie con figli che a causa di mancato lavoro forzato non hanno come andare avanti.. Sto zitta che è meglio, sta politica italiana mi fa ribollire il sangue dal nervoso.

    Io all’epoca per la seconda figlia ho ricevuto 1.500 di lire :yahoo: :yahoo: erano bei soldini ai tempi.. e pure quelli che dovevo dare al ginecologo erano bei soldini :wacko: beh, allora diciamo che me l’ha pagato lo stato :yahoo: :yahoo:

    • io invece non trovo giusto che lo ricevano tutte le mamme… nel senso, se una mi viaggia col suv appena uscito e con vestiti e borse firmate non credo abbia bisogno di questi 800€, mentre una che deve comprarsi le cose al mercato da 5€ e comprare la stanzetta del bimbo in arrivo ai mercatini dell’usato forse ne ha più bisogno. il succo del mio discorso è che secondo me dovrebbero darli in base al reddito, se uno lavora o è disoccupato, ecc… :bye:

      • Sono d’accordo con te tizzi. Purtroppo molti non dichiarano quello che hanno.. fatta la legge nasce l’inganno si sa.
        Di certo non cambia la vita con 800€, però, considerando la crisi avrebbero potuto usare questo Baget diversamente. Vedo persone sempre più in difficoltà, sento notizie che mi strappano il cuore, vedo i senza tetto.. i loro occhi sono così spenti!.. e loro cosa fanno? Regalano 800€ a chi non ha tutto questo bisogno.. Sempre con la speranza che un giorno le cose cambino.. :heart:

  2. Sapevo,ho già letto la notizia e sparso voce :good:

  3. Leggendovi mi viene veramente mal di testa. Non ci si accontenta mai, se avessero messo un reddito massimo, la signora di turno si sarebbe lamentata perchè non sarebbe rientrata. Questo non è fatto perchè la popolazione è povera, è per incentivare le nascite e per aiutare i nei genitori.
    Se una usa il suv, spende i suoi soldi a destra emanca, vi assicuro che non si metterà sul sito INPS per prendere quei “miseri” 800 euro.
    Aiutate i senza tetto, tutti spenti e mal ridotti, portando aiuti nelle chiese e alle suore che ogni giorno aiutano senza chiedere niente in cambio. Aiutate comunque senza aspettare che siano le tasse a farlo per voi, con questa speranza ci morite. :bye:

    • Ho una moment per il mal di testa :heart:

      Era più un discorso generico.. per quanto riguarda gli aiuti cosa ti fa pensare che non ci siamo già attivate? era solo un pensiero molto striminzito su un discorso molto ampio..
      Buona giornata :bye:

  4. ma dai che bello quante femminuccie si faranno mettere incinta per avere questi soldini così la sovrappopolazione aumenta ci sarà meno cibo meno ossigeno più povertà e via dicendo evviva continuiamo così :good:

    • Ok il prezzo è giusto

      Ceeerto fai un figlio che ti farà spendere tantissimi soldi epr almeno 18-20, se va bene, per 800 euro alla nascita :D a beh… :good:

  5. :yahoo: :yahoo: ragazze ma che bella notizia!!! Giusto oggi ho fatto il test di gravidanza e sono in dolce attesa!!! :yahoo: :yahoo:

  6. grazieee cara Lory :heart: :heart: :heart:

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

:-) 
:yahoo: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:bye: 
:heart: 
:rose: 
B-) 
more...
 

*

Vuoi un avatar personalizzato associato ai tuoi commenti? Segui la procedura su Gravatar!

Hai ricevuto un campione omaggio da noi proposto? Hai vinto ad un concorso a premi o hai sfruttato nel migliore dei modi i buoni sconto? Inviaci la foto!:)