Sacchetti biodegradabili: fatta la legge, trovato l’inganno?

Fatta la legge sul pagamento dei sacchetti bio e trovato l’inganno?

Attenzione, non sempre.

La legge sui sacchetti biodegradabili a pagamento ha destato non poche perplessità tra i clienti dei supermercati.

Dopo la lista dei prezzi nelle principali catene, segnaliamo che in molti hanno pensato a una scappatoia (più per principio che per il concreto risparmio).

Il “trucco” consiste nel non utilizzare i sacchetti, ma nell’applicare l’etichetta della bilancia direttamente sui prodotti acquistati.

Ovviamente tale metodo può essere utilizzato solo per determinate tipologie di frutta e verdura, ma attenzione.

Diverse catene della grande distribuzione utilizzano un sistema per il quale il prezzo del sacchetto è applicato automaticamente (e inserito quindi a scontrino) per ogni etichetta stampata.

Utilizzando questo “trucchetto”, quindi, potreste trovarvi a scontrino il prezzo di un sacchetto per ogni etichetta stampata e applicata sul prodotto.

DAI IL TUO VOTO: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Nessun voto)
Loading...

51 commenti

  1. la compreremo dal fruttivendolo, se nessuno la compra più nei supermercati saranno costretti a rivedere la legge. passaparola passaparola passaparola
    passaparpassaparolaola passaparola passaparola :yahoo: :yahoo: :yahoo: :yahoo: :yahoo: :yahoo: :yahoo:

  2. Sacchetti della frutta a pagamento, l’Europa non ci ha chiesto un bel nulla

    Sacchetti della frutta a pagamento, l’Europa non ci ha chiesto un bel nulla
    EuropaToday fa chiarezza: dall’Ue nessun obbligo di applicare un prezzo alle buste per prodotti alimentari sfusi. Bruxelles, semmai, chiede agli Stati membri misure per ridurre l’uso dei normali shopper di plastica ‘leggera’. Ma il nostro Paese è all’avanguardia: le ha già applicate nel 2011

  3. Ormai vinceranno sempre loro :negative: :negative: :negative: :negative: :negative: :negative: :negative:

    • non lasciamoli vincere, non compriamo più la frutta al supermercato, ma dal fruttivendolo, ce la faremo come ce l’ abbiamo fatta con l’oli di palma, anche mulino bianco lo ha abolito da che si ostinavano a dire che fa bene

  4. La trovo una cosa a dir poco ridicola e totalmente contraria al motivo per cui i sacchetti biodegradabili sono stati messi in commercio: non inquinare (tutte quelle etichette le trovo uno spreco assurdo)

    • esatto, già quando non si pagava mi rifiutato di acquistare le verdure tagliate nelle vaschette di polistirolo, adesso allbanco verdura al supermercato non mi vedranno più . solo dal contadino :bye:

  5. Tanto alla fine la comprerete lo stesso per me

  6. Mai comprata frutta e verdura al super o iper. Fruttivendolo, mercato rionale, la contadina con il banchetto all’angolo…
    :bye:

  7. Nel mio giardino, oltre ad un piccolo orto, crescono meli, peri, ciliegi, peschi, mandarini, limoni, aranci, ecc., mai come adesso penso di aver fatto la scelta giusta… :good: :good: :good:

  8. Dico è inutile protestare e correggerei l’articolo fatta la legge non resta che adeguarsi…
    il male è sempre la politica…buttandola sul ridere giusto per sdrammatizzare vi ricordo che i guanti sono sempre gratuitiiiiiiiiiiiiii ahah :yahoo: :yahoo: Quindi ammortizziamo la sofferenza prelevando guanti in quantità industriale :yahoo: :yahoo: :yahoo:
    scherzi a parte ma i rincari di autostrade, benzina, luce e gas dove li mettiamo?? e il bollo annuale dell’auto?? cioè io dopo 10 anni di lavoro riesco a comprare un auto tutta mia pagando pure l’iva sulle rate e questi mi mettono 100 e passa euro per il bollo :wacko: :wacko: nè avrei altre mille compreso il canone rai ma finisco qui :negative: :negative:
    Per me è giusto pagare le tasse ma sarebbe interessante sapere ogni singolo centesimo versato come viene speso dallo stato…già immagino che risate mi farei :yahoo: :yahoo: povera italia

    • condivido.. credo che questa sia la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La questione è sempre che TUTTO aumenta e noi consumatori non ne possiamo piu’

  9. Guardate che la legge vale anche per i contadini e i mercati, non solo per i supermercati!! E’ proprio l’uso del vecchio sacchetto ad essere stato vietato, e se si usa un sacchetto di plastica biodegradabile la legge dice che non può essere regalato ma va fatto pagare :negative: :negative: :negative:
    Detto questo, secondo me chi potrà userà i sacchetti di carta, ma nei supermercati han bisogno di controllare alle casse che l’etichetta corrisponda al contenuto, quindi…

    • Brava Elena è proprio cosi’…e pensa che varrà anche per le farmacie.
      Stasera ho acquistato uno sciroppo dato che mi trascino la tosse da prima di capodanno, ebbene 16 euro e 54 centesimi, di cui un centesimo per la bustina assolutamente non biodegradabile ma anzi con in vista il bel logo del nome della farmacia!!
      La busta la pagheremo sempre per medicinali, frutta, carne, verdura….
      non è una normativa europea ma semplicemente il fatto che tutto ciò che acquisti va fatturato…i supermercati fino ad ora diciamo, ma anche farmacie, macellerie e fruttivendoli non facendo pagare la busta è come se avessero fatturato in nero, le buste subdolamente le pagavamo anche prima (è un discorso complesso ma è cosi’) e la nuova normativa va semplicemente nella direzione dell’assoluta trasparenza…

      • Tutti s’indignano me compreso, ma nessuno ha spiegato la reale situazione: Quella delle buste erano fino a prima dell’entrata in vigore della norma per supermercati, farmacie e piccoli commercianti costi di gestione.
        Ovvero queste categorie di soggetti ci fornivano gratuitamente queste buste, e compensavano la loro spesa con piccolissime e invisibili addizionali iva sui loro prodotti che noi acquistiamo da loro.
        Per farla semplice questa spesa noi consumatori l’abbiamo sempre pagata, con l’unica differenza che adesso ce la ritroviamo sopra lo scontrino :good: :good:
        Inutile dire che ci guadagnano le casse dello stato, ma per noi non cambia assolutamente nulla…
        è solo un grande polverone mediatico e virtuale per coprire i veri aumenti: luce, gas, autostrade, benzina…..notte a tutti :bye: :bye:

      • per la farmacia io da sempre porto una busta di tela o metto in borsa così come per il supermercato. Non compro più una busta da non so quanto…per quelle dell’ortofrutta che si pagano 1 o 2 cent non ci trovo nulla di scandaloso. Le riutilizzerò per la raccolta differenziata e non comprerò le buste specifiche. Basta far attenzione con l’etichetta e non si strappa ( lo faccio già da un po’ a dire il vero). :wacko:

      • anche io faccio cosi’ nicolse ma in questo modo facciamo solo un favore ai supermercati ed alle farmacie.
        Qui nessuno ha capito che ad esempio il mio sciroppo da 16euro e 54 cent lo avrei pagato esattamente la stessa cifra con o senza bustina.
        Stesso discorso per l’ortofrutta…al momento che compri ad esempio 6 mandarini il prezzo è gia comprensivo di bustina sia che uno la vuole sia che non la vuole!!
        Ad ogni etichetta che esce con il codice a barre per la pesatura della frutta corrisponde in automatico la bustina…..Sta cosa nessuno l’ha capita mi sa eppure è semplicissimo..

      • Si io l’ho capita,ad ogni pesata il prezzo della busta è incluso!Furbi!!

      • ahahah brava lory :good: :good: Scusate lo sfogo, non volevo dire nessuno l’ha capita ma intendevo dire nessuno è andato a fondo della questione :good:
        e comunque si, loro molto furbi non c’è che dire è una ladrata ma fatta veramente ad arte…

  10. ma portarsi una borsa per fare la spesa da casa, no???????

    :scratch:

  11. Ho letto che in Svizzera hanno un sacchetto retinato,lavabile in lavatrice e riutilizzzabile… non potrebbero prevederlo anche qui,anzichè far pagare ogni volta i sacchetti? Rispettare l’ambiente deve essere una cosa normale e piacevole,non imposta e fatta pagare,altrimenti come ogni cosa sgradita suscita reazione contraria e malcontento.E vedersi affibbiare dei pagamenti in più,anche se irrisori,di certo non fà piacere a nessuno.

    • condivido il tuo pensiero! Stanno cercando di convincerci che “per il bene” del pianeta dobbiamo… ma, pensandoci bene, le vaschette in polistirolo e plastica di frutta, formaggi e carni preconfezionate non inquinano?? Mi sento presa in giro dalla classe politica del mio paese… e perdonate lo sfogo!

  12. Ho letto che in Svizzera hanno un sacchetto retinato,lavabile in lavatrice e riutilizzzabile… non potrebbero prevederlo anche qui,anzichè far pagare ogni volta i sacchetti? Rispettare l’ambiente deve essere una cosa normale e piacevole,non imposta e fatta pagare,altrimenti come ogni cosa sgradita suscita reazione contraria e malcontento.E vedersi affibbiare dei pagamenti in più,anche se irrisori,di certo non fà piacere a nessuno.

  13. Ciao stefano, per curiosità tu che farai? Personalmente dovrò cercarmi un fruttivendolo italiano (vorrei acquistare cose nostrane anche se non si sa mai). Questa è una nuova tassa, una tassa sulla spesa.

  14. Io compro dal fruttivendolo e non cambierei. Conosco la filiera e ciò per me vale moltissimo :bye:

  15. Compriamo tutti la frutta dal fruttivendolo o ai mercati rionali! :yahoo: Stiamo già pagando le loro poltrone,le loro pensioni,i loro privilegi in Italia!!Ci manca solo che paghiamo anche l’aria che respiriamo!! Tutto questo solo per dar da mangiare all’amica di qualcuno, mascherando il tutto con una scusa ecologica!!Basta alle prossime elezioni io voto Destra!!È finito il tempo di prendere in giro gli Italiani!!

  16. Mah,da ciò che ho capito la questione sacchetti riguarderà non solo i supermercati ma anche i fruttivendoli e i mercati,è poprio che non devono più circolare tanti sacchetti inquinanti! Ed ovviamente non è che inquinano solo quelli dei supermercati,e quelli degli altri no :scratch:
    Portarsi la busta da casa almeno nei supermercati non si potrà,dicono per questioni igieniche…capisco dunque quelli che stanno prezzando le etichette direttamente sugli ortaggi,ahahah! Ma questa metodica avrà vita breve,la vieteranno nei super perchè così gli spenderemmo più carta ed inchiostro per etichette.
    Ripeto,io propongo di copiare gli amici svizzeri con la busta a rete lavabile e riutilizzabile,avete presente tipo quelle in cui spesso di trovano cipolle,patate,limoni?Eh!

  17. Ma una legge che multi i cassieri dei supermercati che non tornano in resto le monetine da 1 e 2 centesimi no? :scratch:
    Invece di pensare solo a far pagare i sacchetti, dovrebbero pensare anche a questo! :wacko:

  18. Mari hai perfettamente ragione!!Chi ci rimette è sempre il consumatore italiano!!

  19. Ma che fesserie. :negative: :negative:
    In questo paese mi fanno ridere queste azioni alla Don Chisciotte pronte appena cambia qualcosa per cui questi individui minacciano drastiche risposte, che poi falliscono miseramente nel fare quello che si deve fare con la coda tra le gambe o peggio ancora nel trovare trucchi per aggirare le norme che tanto ci contraddistinguono in ambito internazionale.
    Così è stato per il digitale terrestre quando dicevano che non avrebbero pagato più canone o guardato la tv. Così per il casco anche per le moto, per le cinture di sicurezza, per le buste della spesa, per il prezzo delle sigarette, per la benzina, per il costo della ricarica sim che poi ci hanno caricato nelle tariffe… ma dai facciamola finita e pensiamo ai veri sprechi quotidiani altro che pochi cent per un sacchetto. :negative: :negative: (viviamo in oltre un decennio di crisi ma avete visto qualcuno diventare più oculato in almeno un ambito?)
    E poi fatevi i conti, il sacchetto è bio + compost, a 2 cent chi ve lo dà?, per me è un affarone altro che.
    Non so da voi se i sacchetti li passa la municipalizzata, ma qui si pagano e 10 sacchetti bio + compost costano vari euro(es 2 euro per 10pz sono 20 cent a pezzo che poi non hanno manici e sono piccolissimi).
    Ovvio che il cittadino usa quello del supermercato che cosa 10 cent ed è grandecon manici, poi ora li si avranno a 2 cent, io mi comprerei tutto il rotolo a quel prezzo.
    Ma poi figuriamoci se mi metto a prezzare frutti singolarmente, ma che meschinità. Ieri una signora si è fatta togliere 20g di affettato dalla busta, meschinità totale poi magari i soldi li butta per il cellulare, per le sigarette per i grattaevinci.
    :bye:

    • magari la signora che si è fatta togliere 20 grammi di affettato è talmente in crisi economica (e non mi pare fantascienza) che le tocca “suo malgrado” star attenta ai 20 grammi…

    • I sacchetti che dovremmo comprare con i nostri prodotti ortofrutticoli, secondo te si possono utilizzare per i rifiuti? :scratch: Il più delle volte arrivano a casa già rotti… :wacko:

    • Credo che il vero problema è la supremazia assoluta da parte dello stato, tutti siamo controllati dal fisco e c’è una sorta d’impotenza da parte del cittadino che mai come oggi sente che qualsiasi cosa esso faccia automaticamente lo stato è autorizzato a tassargli praticamente tutto…
      vuoi fumare? tassa sui tabacchi.. vuoi farti un bel viaggio? tassa su pedaggi autostradali e benzina…vuoi continuare a mangiare frutta e verdura che ti fanno tanto bene? tassa sulle bustine.
      Capisci bene che ti senti un po’ in una morsa ed è impossibile non arrabbiarsi.

  20. Come la mettiamo con i contenitori in polistirolo della carne?Andiamo a prendere anche quelli con la busta da 0,2 ?Eppure anche quelli inquinano!!Il popolo decide siamo in democrazia!A chi non cambia niente probabilmente è perché ha tanti soldi da buttare in questi sacchetti!!Basta con le prese in giro di turno!!Se il popolo vuole può cambiare tutto!L’unico VERO FALLIMENTO è la gente come te che continua a seguire il gregge di politici!!

  21. Infatti Asomè e Mary concordo con voi!La vera gente meschina è quella che giudica senza sapere la situazione!Un’altra presa in giro tutta made in Italy!Allora anche i sacchetti per il pane sono uno spreco,la plastica con cui è confezionata la pasta,le merendine,caramelle etc etc!Guardiamo la realtà dei fatti!Vogliono derubarci legalmente!Se davvero ci tenessero all’ ecologia mirerebbero ad altri piani d’intervento,non a continue tasse su tutto ciò che mangiamo,utilizziamo etc!Perché non parliamo invece di tutto lo spreco di carta per le elezioni?O ancora di tutti i soldi che spendiamo ogni giorno per pagargli lo stipendio?Perché ricordo che siamo noi a pagare questa gentaglia parassita che fa regole ad hoc per loro!

  22. In poche parole …..in questo paese non va bene niente e questa cosa dei sacchetti mi sembra una cretinata esagerata !!!!!!!!!!!!!!! :wacko: :wacko: :wacko: :wacko: :wacko: :wacko:

  23. Silvia Delfino

    Scusate io ho visto che al Mercatò ad esempio hanno cambiato i sacchetti mettendoli di carta e sono completamente gratuiti! Volevo informarvi cosi se qualcuno ci va è tranquillo :)
    Inoltre oggi ho provato a chiedere sia al mercato che dal fruttivendolo e mi hanno risposto che anche loro devono far pagare i sacchetti!! Incredibile! Solo che loro ora stanno finendo i vecchi sacchetti poi li cambieranno e noi li pagheremo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

:-) 
:yahoo: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:bye: 
:heart: 
:rose: 
B-) 
more...
 

*

Vuoi un avatar personalizzato associato ai tuoi commenti? Segui la procedura su Gravatar!

Hai ricevuto un campione omaggio da noi proposto? Hai vinto ad un concorso a premi o hai sfruttato nel migliore dei modi i buoni sconto? Inviaci la foto!:)