Lotteria degli scontrini in arrivo: vincite fino a 1.000.000 di euro!

Presto in Italia partirà la lotteria degli scontrini, come modo per arginare l’evasione fiscale.

Ecco un aggiornamento! Premi fino a 1 milione di euro!

Ti avevamo anticipato che da tempo circola l’idea dello Stato di fare una lotteria degli scontrini per combattere l’evasione fiscale.

Di cosa si tratta?

Da gennaio 2020 partirà una vera e propria lotteria nazionale collegata agli acquisti che si ripeterà ogni mese.

Introdotta già nel 2017 ma sempre rimandata, la lotteria consentirà di abbinare ai corrispettivi elettronici un’estrazione di premi per incentivare la lotta all’evasione.

In particolare, dovrai effettuare un acquisto minimo di 1 euro che ti darà diritto a partecipare alle estrazioni mensili con premi fino a 10mila euro e con un’estrazione finale annuale con maxi-premio da un milione di euro.

Ogni 10 centesimi avrai diritto a un biglietto virtuale. Per ogni euro speso si partecipa quindi con 10 ticket. Inoltre, per incentivare a usare la moneta elettronica, il numero di chance potrebbe aumentare del 20% se l’acquisto per il quale si richiede lo scontrino avviene con bancomat e carte di credito/debito.

Per partecipare dovrai però dichiarare il tuo consenso chiedendo di inserire il codice fiscale nello scontrino, questo per motivi legati alla privacy.

Un incentivo sia per i cittadini che per i negozianti per incentivare la richiesta e l’emissione degli scontrini.

Che ne pensate?

Per ulteriori dettagli consulta questa pagina.

Post del 9 ottobre 2018, aggiornamento del 14 maggio 2019.

 

DAI IL TUO VOTO: 1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (3 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...

32 commenti

  1. mah, e nel frattempo si alza l’iva…inutilità pura

  2. Non c’è nessun aumento dell’iva.

  3. non saprei…secondo me se uno evade non sta lì a rimuginarci su se gli dicono che può vincere qualcosa. quello evadendo si fa i soldi illegalmente

    • In realtà è il contrario, il potenziale evasore è il negoziante: il cliente non ci guadagna nulla se lo scontrino viene emesso o meno (è l’imprenditore che così non paga l’IVA).
      Ecco perchè la lotteria, così è il cliente che chiedendo lo scontrino (traendo vantaggio per sè stesso con la lotteria) evita che il negozio evada l’IVA.

      • ma io lo scontrino lo prendo a prescindere dal poter fare la lotteria sinceramente.

      • eh ma tu sei tu :-) c’è una enorme evasione in Italia, segno che davvero tantissime persone non si fanno il minimo problema se non ricevono lo scontrino purtroppo.. in questo modo invece sono tutti più motivati a richiederlo, il concetto in sè è innovativo.

      • avevo capito che gli scontrini sarebbero spariti entro il 2019 nelle grandi catene e da tutti nel 2020. staremo a vedere B-) B-) B-)

      • Lo scontrino elettronico si si riferisce alla modalità di trasmissione dei dati all’Agenzia delle Entrate (appunto telematicamente), ma lo scontrino di carta (a questo punto senza un vero valore fiscale, ma come mera prova di acquisto) continuerà ad essere utilizzato.

  4. Sì l’avevo letto nei giorni scorsi….

    • Il GRANDE FRATELLO in azione. No GRAZIE! Teneteveli i premi… pensate a cosa potrebbe succedere coi dati che date riguardo alle spese che fate… a pensar male non si sbaglia MAI!

  5. O si vincono miliardi o l’evasore continua a ottobre vadere

  6. Interessante :good: :good:

  7. chi vivrà vedrà :wacko: :wacko: :wacko:

  8. sento puzza di bruciato…… forse solo io

  9. Purtroppo il fenomeno evasione è reale.. è una piaga, non lo nego… ma tanti piccoli negozietti sono tartassati dalle tasse, spesso la verduraia mi supplica di non farmi lo scontrino perchè sennò non “ci sta dentro” e chiude… e io le credo… il peso delle imposte, sulle piccole imprese è troppo… e con questo sono la prima a condannare l’evasione, non fraintendetemi…. Piu’ che una lotteria, per contrastare l’evasione, abbasserei il carico fiscale…. ma come sempre è solo una mia opinione!!

  10. non ho capito :wacko: in che modo si verrà a sapere della vincita poi ci vorrà una bella scatola per conservare gli scontrini poi trovare quello vincente sarà un lavoraccio :scratch: se poi quello vincente sbiadisce … auguri :-)

  11. Sarebbe sufficiente eliminare l’uso del contante, lo Stato dovrebbe fare accordi con le banche per ridurre quanto piú possibile le spese di commissione per l’esercente e cosí sarebbe semplicemente tutto tracciabile, dal piccolo al grande acquisto. Capisco il disagio per l’anziano ad usare bancomat e carta di credito, forse bisognerebbe fare qualcosa anche per questo, ma risolverebbe molti problemi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

:-) 
:yahoo: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:bye: 
:heart: 
:rose: 
B-) 
more...
 

*

Vuoi un avatar personalizzato associato ai tuoi commenti? Segui la procedura su Gravatar!

Hai ricevuto un campione omaggio da noi proposto? Hai vinto ad un concorso a premi o hai sfruttato nel migliore dei modi i buoni sconto? Inviaci la foto!:)